Sei in : Comune di Dolo >

LA GIUNTA COMUNALE DI DOLO HA APPROVATO IL PROGETTO DEFINIVO DELLA SCUOLA GIOTTO. CORSA CONTRO IL TEMPO PER SBLOCCARE I FINANZIAMENTI: CI SARÀ ANCHE L’AMPLIAMENTO DELLA MENSA (COMUNICATO STAMPA DI GIOVEDì 9.03.2017)

09/03/2017

La Giunta Comunale di Dolo, riunitasi al completo giovedì mattina, ha approvato il progetto definitivo della scuola elementare “Giotto”: un’opera importante che metterà, essenzialmente, a nuovo il plesso scolastico rendendolo maggiormente funzionale e più sicuro dal punto di vista sismico come previsto dalle norme vigenti in materia.

“Il progetto della scuola Giotto” – si legge nella dichiarazione congiunta emessa al termine della Giunta – “rappresenta un definitivo salto di qualità nell’edilizia scolastica dolese”.

Il progetto prevede, per un totale di 876.167 euro:

- adeguamento delle strutture dal punto di vista sismico;

- isolamento del tetto;

- cappotto esterno;

- realizzazione impianto per il corretto ricambio d’aria;

- sostituzione di tutti i serramenti esterni con nuovi serramenti dotati di vetro camera e veneziane interne;

- sostituzione di tutti i convettori;

- abbattimento barriere architettoniche e riorganizzazione spazio mensa, con apposizione di pannelli fono assorbenti;

- sostituzione delle porte interne;

- pavimento antiscivolo nei servizi igienici;

- riqualificazione aree esterne con ripavimentazione e installazione di frangisole al fine di utilizzare gli spazi esterni.

Il professor Roberto Scotta, del dipartimento di Ingegneria Civile Edile e Ambientale dell’Università di Padova, incaricato dal Comune di Dolo è giunto a questa definizione progettuale dopo un lungo lavoro di proficua concertazione con la Direzione Didattica completando, così, un iter avviato dalla Giunta dolese nell’agosto 2015 quando venne deliberato di procedere con questo intervento.

Ora è corsa contro il tempo per sbloccare i finanziamenti necessari a eseguire i lavori già nel 2017. Il Comune di Dolo, infatti, ha un avanzo di amministrazione che può essere utilizzato per la “Giotto”, ma l’iter burocratico per renderlo disponibile potrebbero non concludersi in tempo per avviare la realizzazione dei lavori nel prossimo giugno poiché si rende necessaria una loro esecuzione a scuole chiuse. Tutto dipenderà da quanto durerà la gara d’appalto condotta, come previsto, dalla Città Metropolitana di Venezia che funge da Stazione Unica Appaltante per i comuni.   

Ovviamente si è pensato anche all’annoso problema della mensa: gli spazi oggi destinati a refettorio saranno livellati e isolati con pannelli fono-assorbenti, grazie al previsto ribasso d’asta, inoltre, si procederà al raddoppio del locale al piano terra e alla conseguente realizzazione di uno spazio, di oltre 80 metri quadri, al primo piano da destinare all’attività laboratoriale e didattica.

“Stupisce” – si legge nella nota della Giunta dolese – “la petizione, promossa da un paio di genitori che, evidentemente, hanno strumentalizzato la situazione a discapito delle tante persone che, in buona fede, hanno apposto la loro firma. Molte sottoscrizioni, per altro, non sono di persone che abbiano i figli che frequentano la “Giotto” e, questo, dimostra la strumentalità dell’azione; molte altre, da noi contattate, hanno spiegato di non aver letto il testo, ma di aver firmato credendo si trattasse di una richiesta di incontro con l’Amministrazione Comunale per esaminare le problematiche della scuola. Dispiace che un intervento di questo tipo, che soddisfa tutte le necessità e che recupera decine di anni di ritardi, sia inquinato da chi, evidentemente, non ha ancora compreso come alla prossima campagna elettorale manchino più di tre anni e come, cosa ancora più grave, non si possa scherzare con la sicurezza dei bambini”.