Sei in : Comune di Dolo >

DOLO: PROSPETTIVA SICUREZZA (COMUNICATO STAMPA DI VENERDì 16.02.2018)

19/02/2018


Oggi il Sindaco di Dolo Alberto Polo ha incontrato il Tenente Domenico De Luca, appena chiamato a dirigere la Tenenza dei Carabinieri di Dolo per i prossimi tre mesi.

“E’ stato un incontro proficuo e soddisfacente: il Tenente De Luca, che già conosce il territorio, ha ascoltato con interesse le nostre richieste di presenza più assidua e visibile nel territorio al fine della prevenzione dei reati” - sottolinea il Sindaco - “ed anzi mi ha confermato che già da qualche giorno sta effettuando personalmente, e tramite il personale di servizio, dei controlli accurati”.

“Mi sono permesso di fare da tramite rappresentandogli le richieste dei nostri cittadini, dei commercianti e di chi in questi mesi ha avuto cura di rappresentarmi delle situazioni in cui è necessario un controllo più serrato da parte dell’Autorità di Pubblica Sicurezza”
- continua il Sindaco - “e in merito ho anche coinvolto la Polizia locale, a cui ho richiesto una presenza costante e fattiva per le nostre strade”.
Infine col Tenente è stata anche affrontata la richiesta di questa amministrazione, formulata sin dal suo insediamento, a che Dolo e la Riviera abbiano un proprio comando di Compagnia: richiesta che verrà reiterata a breve presso i vertici competenti. “Noi, pur lodando il difficile lavoro degli uomini della Tenenza di Dolo, siamo fermamente convinti che l’attuale suddivisione, nata in altre epoche per altre ragioni, oggi sia ampiamente superata. Proprio per questo la Riviera del Brenta - un sistema complesso di oltre 130 abitanti a forte vocazione turistica e imprenditoriale, baricentrica sotto molti punti di vista - abbia bisogno di una presenza ancora maggiore dello Stato e delle Forze di Polizia.

“Ringrazio il Tenente della disponibilità dimostrata e delle sue rassicurazioni ed auguro a lui e tutti i Carabinieri in servizio a Dolo buon lavoro, ringraziandoli - come sempre - del continuo sforzo fatto per il presidio del territorio”.