Sei in : Comune di Dolo > QUALITA' DELL'ARIA

QUALITA' DELL'ARIA



Messaggio informativo del 25/05/2017 - L’ARPAV (Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto) informa che alla pagina http://www.arpa.veneto.it/ozono/mappe_previsione_ozono.php sono disponibili, a partire da quest’anno, le mappe interattive di previsione dell’ozono realizzate con il sistema modellistico SPIAIR, che, in base alle condizioni meteorologiche attese, formula la previsione delle concentrazioni di ozono per tutto il territorio regionale, con un dettaglio spaziale di 4x4 km.

Avviso alla Cittadinanza - Si rende noto che in data 06/11/2016 è giunto a naturale scadenza il contratto con Veritas s.p.a. per l'esecuzione dei monitoraggi del campo elettromagnetico generato da stazioni radio base per telefonia ed elettrodotti nel Comune di Dolo, giusta Deliberazione di Consiglio Comunale n. 9 del 13/02/2007. L'amministrazione di Dolo con Deliberazione di Giunta Comunale n. 29 del 08/02/2017 ha fornito gli indirizzi in merito alla sottoscrizione di una nuova convenzione con l'Arpav di Venezia, per l'esecuzione di n. 12 monitoraggi di infrastrutture emittenti campi elettromagnetici nel territorio comunale per il triennio 2017-2019. A seguito della Delibera di cui sopra in data 02/03/2017 è stata sottoscritta la convenzione in parola e, allo stato attuale, sono in corso di valutazione con l'Arpav i siti dove eseguire i monitoraggi. I dati saranno pubblicati a cura di Arpav nel proprio sito istituzionale all'indirizzo http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/agenti-fisici/file-e-allegati/campagne-di-misura-cem/venezia/dolo

Avviso alla Cittadinanza - Si rende noto che in data 30/04/2017 è giunto a naturale scadenza il contratto con Veritas s.p.a. per l'esecuzione dei monitoraggi ambientali nel Comune di Dolo, giusta Deliberazione di Consiglio Comunale n.58 del 05/08/2008 - estensione incarico di cui alla Deliberazione di C.C. n. 9 del 13/02/2007 a Veritas s.p.a. di Venezia per il monitoraggio della qualità dell'aria nel territorio comunale. Pertanto in pari data sono giunti a conclusione i rilevamenti sperimentali. Tutte le schede dei monitoraggi eseguiti rimarranno consultabili per ulteriori 30 giorni, al termine dei quali se ne potrà prendere visione presso l'Ufficio Ambiente. Sul punto l’Amministrazione Comunale con Delibera di Giunta Comunale n. 138 del 17/05/2017 ha fornito gli indirizzi sui monitoraggi ambientali nel territorio comunale, prendendo atto dell’avvenuta approvazione dell’aggiornamento del Piano Regionale di Tutela e Risanamento dell’Atmosfera e della conferma da parte dell’Arpav dell’esecuzione di una campagna di monitoraggio istituzionale della qualità dell’aria a Dolo nel 2018. I risultati dei monitoraggi, saranno pubblicati a cura dell’Agenzia sul proprio sito istituzionale e consultabili al link http://www.arpa.veneto.it/arpav/chi-e-arpav/file-e-allegati/dap-venezia/aria/dap-venezia-campagne-di-monitoraggio-qualita


DALL’UFFICIO AMBIENTE DI DOLO: INFORMATIVA SUL CONTRASTO AGLI INQUINANTI ATMOSFERICI E SULLA QUALITÀ DELL’ARIA NEL COMUNE DI DOLO (COMUNICATO STAMPA DI MERCOLEDì 21.12.2016):


La norma quadro in materia di controllo dell’inquinamento atmosferico è rappresentata dal Decreto Legislativo n. 155/2010 in cui vengono definiti, tra l’altro, i limiti e le modalità di rilevamento di materiale particolato (PM10).

Il provvedimento individua nelle Regioni le autorità competenti per effettuare la valutazione della qualità dell’aria e per la redazione dei piani di risanamento della qualità dell’aria nelle aree nelle quali sono stati superati i valori limite.


La Regione Veneto ha previsto nel proprio Piano di Regionale di Tutela e Risanamento dell’Atmosfera (PRTRA) l’istituzione di un organismo chiamato Tavolo Tecnico Zonale (TTZ) che, gestito a livello provinciale (per la provincia di Venezia, dalla Città metropolitana), rappresenta la sede istituzionale per il coordinamento di politiche unitarie in materia di prevenzione e risanamento dell’aria nell’ambito del territorio della Città metropolitana di Venezia.

Pertanto, il Comune di Dolo, assieme agli altri Comuni della provincia di Venezia, è inserito in un contesto istituzionale organico, il Tavolo Tecnico Zolale (T..T.Z.) appunto, che propone, concerta e diffonde unitariamente le misure e le azioni da intraprendere a scala comunale, per contrastare i livelli degli agenti inquinanti presenti nell’atmosfera.

Dal 2015 inoltre la Regione Veneto, mediante il Comitato di Indirizzo e Sorveglianza, ha introdotto un sistema di azioni a carattere strutturale ed emergenziale per il contrasto all’inquinamento atmosferico, che prevede la suddivisione del territorio regionale in zone omogenee e un sistema di azioni da porre in essere in base a tre livelli di criticità che dipendono dal raggiungimento/superamento del valore limite giornaliero del pm10 nella zona di riferimento.

In base al suddetto sistema regionale, Il Comune di Dolo è inserito nella zona chiamata “IT0513 Pianura e Capoluogo bassa pianura” per la quale, allo stato attuale, il livello di criticità è “livello 0”; pertanto attualmente le azioni da intraprendere, previste dal sistema regionale, sono quelle adottate dal Sindaco di Dolo con l’ordinanza n. 49 del 25.11.2016 che in sintesi sono:

1.      la temperatura ambiente (intesa come media ponderata delle temperature dell’aria, misurate nei singoli ambienti riscaldati di ciascuna unità immobiliare) non deve risultare superiore a:

17°C
(+ 2 di tolleranza) negli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali ed assimilabili;
19°C
(+ 2 di tolleranza) in tutti gli altri edifici;

2.     
riduzione di 2 ore del periodo massimo consentito dall’art. 4 c. 2 del D.P.R. 74/2013, da attuarsi dalle ore 16:00 alle ore 18:00 di ogni giorno, per quanto riguarda l’esercizio degli impianti termici (compresi stufe, caminetti ecc.) alimentati a combustibili liquidi o solidi;  3.      divieto di combustione all’aperto, ai sensi dell’art. 182 comma 6-bis del decreto Legislativo 152/2006 (DGR n. 122/2015), in particolare in ambito agricolo (fatte salve le necessità di combustione finalizzate alla tutela sanitaria di particolari specie vegetali) e di cantiere, ad eccezione dei tradizionali falò dell’Epifania;

 4.      obbligo di spegnimento dei motori degli autobus nella fase di stazionamento ai capolinea, dei veicoli merci nelle fasi di carico/scarico, dei treni diesel in fase di sosta e di tutti i veicoli in corrispondenza degli impianti semaforici muniti di apposita cartellonistica di segnalazione.

Ad ogni modo per poter essere informati sull’evoluzione della situazione è possibile consultare la pagina dedicata predisposta dall’ARPAV all’apposito link http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/aria/informazione-al-pubblico-sui-livelli-di-pm10.

Ufficio di riferimento del Comune di Dolo: AMBIENTE


Vedasi:

- L’UFFICIO AMBIENTE DEL COMUNE DI DOLO AVVISA LA CITTADINANZA: EMESSA L’ORDINANZA ANNUALE DI LIMITAZIONE D’ESERCIZIO SINO A SABATO 15.04.2017 PER GLI IMPIANTI TERMICI AD USO RISCALDAMENTO CIVILE NELL’AMBITO DEL PROGETTO EUROPEO ‘PATTO DEI SINDACI 20-20-20’ - MISURE DI CONTENIMENTO DELL’INQUINAMENTO NEL COMUNE DI DOLO 2016 / 2017 (COMUNICATO STAMPA DI LUNEDì 28.11.2016)